La Grande Guerra che verrà e le due Comete del 2024

folio_092r_book of miracles.tif
di Thomas H.Meyer

Il 15 marzo 2024, su uncutnews.ch è apparso un notevole articolo di Leo Hohmann. Si intitolava “Come le potenze della NATO stanno usando il modello britannico della Prima guerra mondiale per attirare la Russia nella prossima grande guerra globale. [1]

]Il Triangolo di Weimar

SCARICALO GRATIS QUI

È il nome dato a un’unione di nazioni che esiste dal 1991:
Francia, Germania e Polonia. Secondo Hohmann, queste nazioni si stanno preparando a provocare la Russia affinché invada uno dei Paesi della NATO, innescando così un casus belli per l’intera NATO.
Hohmann si riferisce alla tesi di fondo del libro di Gerry Docherty e Jim MacgregorHidden History. How a Secret Elite Plunged Humanity into the First World War (Come un’élite segreta ha fatto precipitare l’umanità nella Prima Guerra Mondiale ) e afferma:

“La leadership britannica, sia del partito conservatore che di quello liberale, temeva che la Germania stesse guadagnando terreno e stesse per superare la Gran Bretagna in termini di risultati economici e di potenziale potenza militare. Bisognava fermarla, ma in un modo che facesse apparire il Regno Unito e i suoi alleati come vittime di una Germania aggressiva, quando in realtà la Germania non voleva la guerra, ma solo espandere la propria economia”.

“La menzogna funziona più o meno così: Le truppe francesi, tedesche e polacche che combattono in Ucraina non lo fanno come parte della NATO, ma se Putin risponde a questa provocazione con attacchi diretti a città o infrastrutture in Francia, Germania o Polonia, allora ha ‘attaccato’ un Paese della NATO, e tutta la NATO ha ora il pretesto legale per invadere la Russia”.


(…) La Terza guerra mondiale sembra prendere forma in modo simile alla Prima guerra mondiale, solo che questa volta non sono i tedeschi l’oggetto dell’ossessione occidentale, ma i russi e, per estensione, i cinesi. Queste due nazioni e il loro ruolo di primo piano nello sviluppo della coalizione BRICS rappresentano una minaccia al dominio economico globale degli Stati Uniti”.

Una cometa intorno a Pasqua, una cometa intorno a San Michele

ACQUISTALO QUI

La cometa Pons-Brooks è comparsa vicino a Giove intorno a Pasqua e la Tsuchinshan-Atlas in ottobre. [2]
A questo punto, vorremmo richiamare brevemente l’attenzione sulle caratteristiche delle apparizioni delle comete. Rudolf Steiner le descrive come “eroi della libertà nell’universo”, in quanto si discostano dalle orbite facilmente calcolabili dei pianeti, e dice che

“si dovrebbe salutare l’apparizione di ogni nuova cometa con un inno di libertà”. [3]

Pelikan mostra che gli anni ricchi di comete sostengono gli impulsi di libertà, ma che negli anni poveri di comete non sbocciano grandi atti di libertà (ibid. p.69).

“Il nostro secolo [il XX] non può essere descritto come un secolo di liberazione! È piuttosto un secolo di resistenza, di accettazione di destini difficili”.

Questo è vero ancora oggi. È quindi ancor più auspicabile che quest’anno due eroi della libertà facciano nuovamente la loro comparsa nei luoghi di riferimento cristiani.

Note

1 Il testo completo sarà pubblicato nel numero di giugno.
2 Per maggiori dettagli si veda Wikipedia.
3 Citato da Wilhelm Pelikan, Der Halleysche Komet, Dornach 1985, p.67.

Tradotto dal tedesco da Piero Cammerinesi per LiberoPensare

Fonte


 T. H. Meyer è nato in Svizzera nel 1950.

Fondatore della Perseus Verlag di Basilea e direttore della rivista mensile Der Europäer, ha scritto numerosi articoli ed è autore di diversi libri, tra cui Reality, Truth, and Evil (2005) e le principali biografie di D.N. Dunlop e Ludwig Polzer-Hoditz.

Ha inoltre curato Light for the New Millennium (1997), che descrive l’associazione di Rudolf Steiner con Helmuth ed Eliza von Moltke.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
Pinterest
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT

Accedi al sito

accesso già effettuato